Implantologia

Implantologia Zirconio Ceramica

Nuovo prodotto

Che cos’è un impianto dentale?

L’impianto dentale è una radice artificiale del dente, in altre parole è una vite fatta di titanio che viene inserita nell’osso della mandibola o della mascella per sostituire il dente mancante, è come se fosse un dente naturale.

Maggiori dettagli

Un impianto dentale è una piccola vite in titanio, che viene inserita nell'osso mascellare nel corso di un breve intervento ambulatoriale eseguito in anestesia locale.

Successivamente esso si integra saldamente e in modo indolore nell'osso in crescita, formando così una solida base per l'ancoraggio a lungo termine della corona in ceramica (dente definitivo). In alcuni casi è possibile già dopo 24/48 ore posizionare un dente provvisorio.

I denti supportati da impianti:

  • Sono i più naturali per l'estetica e funzionalità;
  • Si integrano armonicamente nell'arcata dentale;
  • Nella vita di tutti i giorni sono indistinguibili dai denti naturali per funzionalità e aspetto tecnico; 
  • Creano fondamenta stabili per la ricostruzione del dente;
  • Rendono superflua la fresatura dei denti adiacenti;
  • Possono impedire la riduzione dell'osso.

Che cos’è un impianto dentale

L’impianto dentale è una radice artificiale del dente, in altre parole è una vite fatta di titanio che viene inserita nell’osso della mandibola o della mascella per sostituire il dente mancante, è come se fosse un dente naturale.

Gli impianti dentali hanno una forma cilindrica o conica, con lunghezza e diametro che si sceglie in base alla quantità d’osso. L’impianto non causa, come è già stato dimostrato, nessun tipo di modifica maligna nell’organismo.

Le parti di un impianto dentale


Risultati immagini per Le parti di un impianto dentale

L’impianto dentale è composto essenzialmente di due parti principali:

– la vite;
– il pilastro (o moncone).

La vite viene inserita chirurgicamente nell’osso mascellare del paziente, mentre il moncone ha il ruolo di creare una connessione fra la vite e la struttura protesica. La corona non fa parte del impianto dentale e viene pagata separatamente, pero insieme a vite e pilastro sostituiscono il dente mancante.

Risultati immagini per corone zirconio diffrenza  ceramica

Le caratteristiche principali che fanno della corona in zirconio ceramica un presidio odontoiatrico di alta gamma, vanno riscontrate nella metodica costruttiva e nel materiale non metallico della struttura sottostante la ceramica.

In altre parole, a differenza della corona in metallo ceramica, la corona zirconio ceramica utilizza un’anima in ossido di zirconio (o zirconia) che la rende estremamente resistente ai carichi cui è sottoposta.

Il motivo che ha spinto i ricercatori ad utilizzare lo zirconio al posto del metallo è che il primo ha notevoli doti estetiche ovvero si lascia attraversare dalla luce cosa che le leghe metalliche non permettono il risultato è facilmente intuibile ovvero il dente incapsulato non sarà distinguibile da quelli naturali poiché si comporterà come questi ultimi.

Anche se comunemente si utilizza la dicitura corona zirconio ceramica, a livello tecnico, stiamo parlando dell’ossido di zirconio Y-TZP ovvero zirconio tetragonale policristallino stabilizzato con ossido di ittrio.

Procedura di costruzione

La fase iniziale vede il dentista impegnato nella preparazione del dente che deve essere curato (carie, pulpite etc.), devitalizzato se il caso lo richiede e, in fine, essere ridotto a moncone ovvero limato. Il tutto avviene senza che il paziente senta dolore impedito dall’anestesia.

A questo punto è necessario procedere con la presa delle impronte dentali che saranno inviate al laboratorio tecnico.

In base alla celerità del laboratorio il paziente potrà aspettare in sala d’attesa oppure lasciare lo studio con una corona provvisoria in resina ed un nuovo appuntamento.

L’odontotecnico prosegue con la realizzazione un modello in gesso che è sottoposto a scannerizzazione tridimensionale per acquisirne un’immagine digitalizzata che ne rappresenta fedelmente le tre dimensioni: larghezza, altezza e profondità.

Dopo la progettazione computerizzata della futura corona in zirconio ceramica, le informazioni passano dal software ad una speciale strumentazione che ha il compito di fresare il blocchetto di zirconio e realizzare così la cappetta.

Il paziente ritorna sulla poltrona dell’odontoiatra per la prova della cappetta in zirconio sul moncone del dente e, se tutto va bene, si decide il colore della corona.

La palla torna al laboratorio che provvederà al completamento della capsula in zirconio con la ceramica ed alla colorazione di quest’ultima.

Adesso la corona è pronta per essere cementata definitivamente sulla parte residua del dente in modo tale da ripristinare sia la funzione masticatoria che l’estetica del soggetto ricevente.

Vantaggi della corona in zirconio ceramica

  • Estrema resistenza paragonabile a quella della corona in metallo e ceramica con in più la translucenza dello zirconio;
  • Assenza di reazioni allergiche grazie all’alta biocompatibilità dello zirconio;
  • Possibilità di costruire protesi fisse su impianti dentali complete senza temere punti deboli causa di improvvise rotture;
  • Peso complessivo minore

Zirconia ceramica o metallo ceramica?

Mentre in passato sugli impianti dentali si potevano eseguire solo capsule in ceramica con un’anima metallica, negli ultimi anni sono stati introdotti materiali innovativi che consentono di utilizzare capsule in ceramica integrale, in zirconia ceramica o in disilicato di litio, prive cioè di metallo. Questi materiali lasciano passare la luce così come fanno i denti naturali.

Protesi zirconia su impianto dentale
Nel caso degli impianti dentali, per aumentare la resa estetica, oltre alle corone senza metallo oggi ci sono anche i monconi artificiali bianchi; questi si avvitano sugli impianti e al di sopra si cementa il ponte dentale.

moncone zirconia su impianto dentale

Nella foto sopra abbiamo a sinistra un moncone bianco in zirconia avvitato su un impianto in titanio e due monconi di denti naturali. Come potete vedere tra il moncone artificiale e il moncone del dente naturale non si nota alcuna differenza; a destra, invece, abbiamo due monconi tradizionali in metallo avvitati su due impianti in titanio.

zirconio su impianto dentale

In questa foto sui monconi bianchi presenti nella foto sopra a sinistra sono state cementate delle corone (free metal) in zirconia ceramica.

La combinazione di monconi artificiali bianchi con le corone in ceramica integrale è ciò che prediligiamo nella nostra routine.

Si parla di corona su impianto quando si va a rimpiazzare un elemento dentale mancante con un impianto singolo che altro non è che una vite integrata nell’osso del paziente sulla quale viene posizionata una corona che può essere avvitata o cementata.

 

Corona singola su impianto cementata
Corona singola su impianto cementata   Corona singola su impianto cementata

 

Corona singola su impianto avvitata

Corona singola su impianto avvitata   Corona singola su impianto avvitata

 

Cos’è un ponte su impianti?
Si parla di ponte su impianti quando si va a rimpiazzare uno o più elementi dentali mancanti con due o più impianti sui quali vengono posizionate le corone del ponte che possono essere avvitate o cementate.

 

Monconi pilastro su impianti per ponte
Monconi pilastro su impianti per ponte   Monconi pilastro su impianti per ponte   Monconi pilastro su impianti per ponte

 

Ponte su impianti

Ponte su impianti

.

.

Scrivi una recensione!

Scrivi una recensione

Implantologia

Implantologia

Che cos’è un impianto dentale?

L’impianto dentale è una radice artificiale del dente, in altre parole è una vite fatta di titanio che viene inserita nell’osso della mandibola o della mascella per sostituire il dente mancante, è come se fosse un dente naturale.

Here you can add custom original content(text, images, videos and more) for each product page.

5 altri prodotti nella stessa categoria